Monitoraggio e Controllo

 

Le attività di  monitoraggio e controllo del territorio di competenza, assegnate dalla legge all’Autorità d’Ambito, hanno reso necessario, preliminarmente, un capillare studio e censimento delle aree urbane ed un successivo caricamento dei dati territoriali a mezzo di risorse interne dedicate.

monitor1 Sulla base delle informazioni ottenute, è stato attivato, sul territorio cittadino il monitoraggio delle attività di pulizia delle caditoie stradali in capo ad AMAP S.p.A e quelle di raccolta dei rifiuti urbani indifferenziati e differenziati in capo ad AMIA S.p.A. Portata a termine la predetta attività, tutte le informazioni vengono successivamente rielaborate dal personale interno grazie all’ausilio di un particolare sistema informatico in grado di produrre, gestire e analizzare dati spaziali associando a ciascun elemento geografico una o più descrizioni di tipo alfanumerico: il GIS (Geographical Information System).

Nel GIS si possono gestire tre tipologie di informazioni:
– Geometriche: relative alla rappresentazione cartografica degli oggetti rappresentati; quali la forma (punto, linea poligono), la dimensione e la posizione geografica;
– Topologiche: riferite alle relazioni reciproche tra gli oggetti (connessione, adiacenza, inclusione etc.);
– Informative: riguardanti i dati (numerici, testuali ecc…) associati ad ogni oggetto.

Il GIS prevede la gestione di queste informazioni in un database relazionale.
L’informatizzazione dei dati si sviluppa attraverso una serie di fasi comprendenti il posizionamento del manufatto rilevato nelle planimetrie caratterizzanti il territorio così come mostrato nelle figure rappresentate.

monitor_new Tale cartografia  consente la mappatura delle caditoie, suddivise per tipologia, individuandone in modo puntuale, lo stato d’uso e la necessità degli interventi di manutenzione ed il posizionamento dei contenitori destinati alla raccolta dei rifiuti.

Il censimento delle utenze domestiche e commerciali volto a verificare la presenza degli spazi adeguati per la raccolta domiciliare “porta a porta”, ha altresì consentito una puntuale mappatura delle utenze interessate (tipologia abitativa, spazi esterni, ecc..), patrimonio prezioso, per l’implementazione del sistema di raccolta “porta a porta” per singola frazione merceologica.

 

Rispetta l'ambiente
Le campagne pubblicitarie
  • Per fare l’albero…ci vuole il Compost
  • Centri Ambiente Mobile
  • Campagna sul ciclo integrato dei rifiuti
  • Campagna Istituzionale
  • Insieme…facciamo la differenza
Gli spot
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
  • Immagine Comune
Il percorso dei rifiuti - Palermo Ambiente Riutilizzo - Palermo Ambiente Raccolta differenziata - Palermo Ambiente Riduzione - Palermo Ambiente